Storia

>

Un percorso che racconta Asola da avamposto militare della Repubblica della Serenissima nel 1440 alla sua caduta nel 1797 con l’arrivo delle truppe francesi. Attraverso i documenti del fondo del Museo e dell’Archivio Storico Comunale si narrano le riforme portate da Napoleone in diversi campi: dall’istruzione e alla sanità, dal servizi sociali ai beni culturali.  Asola passa, dopo l’istituzione del Regno Lombardo-Veneto, al governo austriaco e al territorio mantovano. Le seguenti vicende risorgimentali la vedono coinvolta nella lotta per l’indipendenza nazionale e per le libertà costituzionali già dai moti del 1848. Le figure di Vittorio Emanuele II e di Garibaldi, in visita nel 1862, accanto alla figura del sindaco del ventennio post unitario Andrea Terzi raccontano il territorio e l’Unità d’Italia.