Liberta’ di vivere

Franco Barili

>

7 Lug 24 - 11 Ago 24

“Scalpitanti destrieri e rombanti automobili tracciati con segno sicuro su tante pagine di libri scolastici testimoniano una passione precoce del dott. Barili, ma la produzione vera e propria inizia più tardi, quando l’esperienza professionale di medico matura in lui una visione pulita e asettica della realtà: è il tempo dell’astrattismo e di una geometria ultrasemplificata.

Ma la razionalità che pure si esprime nel colore senza modulazioni, nel ritmo, nei rapporti spaziali, non è assoluta: fanno irruzione,infatti, elementi figurativi incongrui (per esempio un ombrello) che tradiscono una forte soggettività caratterizzata da fantasia, creatività e ironia. Insomma l’ espressione di un universo personale inconfondibile.

Tale assunto viene con forza ribadito nella produzione post gennaio 2016 quando il pittore sperimenta su se stesso la violenza dell’atto del vivere. E’ da questo momento che darà spazio alla mano sinistra, scoprendone con stupore la lentezza, la difficoltà, la sfida.

La ricerca nella pittura della cura, dell’equilibrio e del benessere individuale, produce, nell’attuale fase, esiti diversi: giochi di geometrie, per altro ben riusciti, allusioni autoironiche a qualche grande maestro, accanto ad effetti tonali di suggestiva bellezza che garantiscono più della riuscita tecnica, quella emozionale, dell’opera stessa.

Immagini che, finalmente, tendono a rivelarsi consolatorie, come lo scorrere dell’acqua in un paesaggio arido e petroso, come il colore acceso e la vitalità di una giovane palma nel grigiore intorno.

E i crucci estrosi sono sommersi in un’ ondata di calma, per parafrasare E. Montale.”

Giuliana Bini